Paté di Fegatini di Pollo

In Francia si prepara il Pâté de Foie Gras con fegati di oca o anatra con l'aggiunta di grasso ed erbe aromatiche, uno dei piatti francesi più famosi. In Italia il Paté di Fegato si prepara con fegato di vitello oppure fegatini di pollo o di coniglio.

Di veloce preparazione e anche piuttosto economico, il sapore del Paté di Fegatini di Pollo è più delicato e solitamente gradito anche da chi non ama particolarmente il sapore del fegato, è un antipasto prelibato, apprezzato in ogni occasione e ideale per la tavola delle feste.

Paté di Fegatini di Pollo

Paté di Fegatini di Pollo
Paté di Fegatini di Pollo

Clicca sulle parole di colore azzurro per informazioni sui prodotti
Ingredienti

Procedimento

  1. Pulire i fegatini dalle parti fibrose e dal grasso, eliminare le eventuali sacche del fiele (solitamente se ne occupa il macellaio), lavare velocemente in acqua corrente e asciugare con carta da cucina. Tritare i fegatini.
  2. In una casseruola fare appassire la cipolla tritata con 2 cucchiai di ghee o di olio di cocco.
  3. Aggiungere i fegatini, cuocere per 2-3 minuti, poi aggiungere il rametto di rosmarino, le foglie di salvia e la foglia di alloro. Cuocere a fuoco basso per 30 minuti.
  4. Terminata la cottura togliere le erbe aromatiche, insaporire con il sale e aggiungere il restante ghee o l’olio di cocco e mescolare fino a quando il composto è ben amalgamato. 
  5. Versare il composto in un frullatore o in un robot da cucina, attivare le lame fino ad ottenere una crema non troppo liscia. Per una consistenza più morbida si può aggiungere qualche cucchiaio di brodo di ossa o brodo vegetale.
  6. Servire caldo su uno scaldavivande o a temperatura ambiente.

Suggerimenti: Servire il patè di fegatini come antipasto o spuntino accompagnato da verdure crude di stagione quali gambi di sedano, carote, ravanelli, asparagi crudi. Il patè di fegatini  si conserva in un contenitore di vetro chiuso, in frigorifero per 3 giorni. 
InfoIl fegato rappresenta una delle fonti alimentari più ricche di proprietà nutrizionali, oltre all'alto contenuto di vitamina B12 (cobalamina) fondamentale nella formazione dei globuli rossi e per le cellule del sistema nervoso, ricco di vitamina A, ha un'alta concentrazione di ferro e contiene tutti gli aminoacidi essenziali. Mangiare fegato è particolarmente importante nel Protocollo Autoimmune Paleo, poiché contiene nutrienti contenuti anche nelle uova, che generalmente sono escluse dalla dieta di eliminazione. Contrariamente a quello che si può pensare, il fegato non è un semplice "filtro" bensì un impianto di trasformazione, come spiega Mark Sisson in questo articolo, il fegato converte proteine in glucosio, converte il glucosio in glicogeno, produce trigliceridi e ha molti altri compiti, ma la sua funzione più nota è la responsabilità di rendere le tossine inerti e di trasportarle fuori per essere espulse, di solito nelle urine attraverso i reni. Il fegato quindi può contenere tossine quanto ogni altra parte dell'animale. Inoltre, il fegato non è un alimento da consumare tutti i giorni, ha un alto contenuto di vitamina A e di rame e il consumo abbondante può essere controproducente, anche se non contiene tossine. E' consigliato un consumo settimanale, preferibilmente da animali allevati al pascolo o da allevamenti biologici.
Il ghee dovrebbe essere evitato in Protocollo Autoimmune Paleo ed è comunque considerato un alimento in zona grigia, poiché può ancora contenere tracce di lattosio e proteine del latte e inoltre può causare reazioni crociate col glutine. Per le persone con allergie o intolleranze ai latticini, anche le tracce di proteine del latte contenute nel ghee possono essere un problema.

Paté di Fegatini di Pollo
Le mie ricette sono basate sulle linee guida Paleo, 
qui scopri di più sulla mia alimentazione e il mio stile di vita. Per non perdere nessuna ricetta e ricevere gli aggiornamenti continua a seguirmi anche sulla pagina Facebook

(2 Voti)

Lascia un commento