Pudim de Laranja - Budino di Arancia

Il viaggio virtuale nelle cucine d'Europa continua alla scoperta del Portogallo. Del Portogallo conosco l'Algarve, la regione più turistica all'estremo sud, con un clima temperato tutto l'anno, ricca di coltivazioni di mandorle e aranceti, le rosse scogliere di Albufeira e un mare stupendo seppur dall'acqua fredda. 

Disseminate lungo la costa molte spiagge, la più emblematica, utilizzata anche per registrare spot televisivi, è la spiaggia di Marinha, situata nella zona costiera di Lagoa, considerata tra le 10 spiagge più belle d'Europa. Faro è la capitale dell'Algarve, dove troviamo anche il Parque natural da Ria Formosa, parco lagunare protetto, disposto in isole sabbiose parallele alla costa con paludi e banchi di sabbia sottoposti alle alte maree dell'Atlantico. 
Nell'ultima propaggine del Portogallo incontriamo il Cabo de  São Vicente, che con le sue falesie alte fino a 75 metri rappresenta da sempre un punto di riferimento per i naviganti, chissà quanti tra gli esploratori portoghesi Bartolomeu Dias, Vasco da Gama o Ferdinando Magellano, avranno sognato e pianificato da questa sommità i loro viaggi attraverso l'oceano alla scoperta di nuovi mondi.
Ovviamente il Portogallo non è solo Algarve, ma anche Lisbona, Coimbra, Fatima e Sintra tanto per citare qualcuna delle località più conosciute e come non ricordare Amália Rodrigues, cantante portoghese, icona del fado e riconosciuta a livello mondiale come la voce del Portogallo. Il Fado, il cui nome deriva dal latino fatum (destino) si ispira ai tipici canti popolari portoghesi che raccontano storie di malinconia e sofferenza di emigranti lontani, è stato iscritto nel patrimonio della cultura dall'Unesco. 

Viene già voglia di partire vero?! C'è molto da scoprire su questa nazione, ora andiamo alla scoperta dei sapori della cucina, l'intera gastronomia del Portogallo è principalmente basata sul pesce cucinato in svariati modi, spesso mescolato in modo insolito alla carne. Il Portogallo ha pure una vasta gamma di dolci, molti dei quali devono la loro origine nei vari monasteri e conventi che costellano la nazione, tante specialità con creme a base di uova, mandorle, zucca, miele e persino frittelle dolci di baccalà.
Per ricordare l'Algarve, mi sono ispirata ad un budino senza latte a base di uova e arance e traendo spunto da varie ricette originali, ho rivisitato in versione Paleo eliminando il caramello e sostituendo lo zucchero con una minima quantità di miele. Questo budino, simile a una cremosa bavarese, vi sorprenderà per la morbidezza e il fresco sapore di arancia, un dolce profumato adatto a grandi e bambini.

Pudim de Laranja - Budino di Arancia
Pudim de Laranja - Budino di Arancia 

Clicca sulle parole di colore azzurro per informazioni sui prodotti
Ingredienti per 6 porzioni

Procedimento

  1. Preriscaldare il forno in modalità statica a 170° C.
  2. Sciogliere il ghee o l'olio di cocco in un pentolino a fuoco basso e lasciare intiepidire.
  3. Grattugiare la scorza delle arance e spremere i frutti.
  4. Inserire in un robot da cucina le uova intere, i tuorli, il miele, la scorza grattugiata e la spremuta delle arance e miscelare bene. Aggiungere il ghee fuso e miscelare al resto del composto.
  5. Ungere con ghee od olio di cocco uno stampo da budino (diametro cm 20) adatto per il forno e versarvi il composto.
  6. Coprire lo stampo con un foglio di carta alluminio e cuocere in forno a bagnomaria (mettendo lo stampo dentro ad un tegame contenente acqua calda) a 170° C per circa 1 ora e 30 minuti, facendo la prova dello stecchino a cottura ultimata.
  7. Lasciar raffreddare il budino nello stampo.
  8. Decorare il budino con fette di arancia e servire.

Pudim de Laranja - Budino di Arancia

Pudim de Laranja - Budino di Arancia

Le mie ricette sono basate sulle linee guida Paleo, qui scopri di più sulla mia alimentazione e il mio stile di vita. Per non perdere nessuna ricetta e ricevere gli aggiornamenti continua a seguirmi anche sulla pagina Facebook

(1 Vota)

Lascia un commento