I 10 Suggerimenti per un Natale senza stress!

Nel periodo natalizio i negozi traboccano in varietà di ogni assortimento, soprattutto nei generi alimentari possiamo notare la presenza di alimenti normalmente assenti in altri momenti dell'anno.

Tutto è addobbato in modo talmente invitante che può risultare difficile sottrarsi alla tentazione di allungare la mano per acquistare uno dei tanti prodotti dolci o per cedere all’assaggio di un piatto di pasta offerto ad un pranzo da amici o parenti. 

Come sopravvivere al cibo durante le festività? Di seguito 10 suggerimenti per superare questo periodo senza uscire troppo dalle linee guida dell’alimentazione Paleo e trascorrere indenni i giorni di vacanze evitando i maggiori trabocchetti.

  1. Scegli il cibo più “vero” possibile. Evita pasta, pane e prodotti realizzati con glutine, latticini e zuccheri. Questo impedirà molto probabilmente disturbi quali sonnolenza, emicranie, disturbi gastrointestinali. Stare lontani da quei cibi è particolarmente importante in caso di problematiche autoimmuni e se si sta seguendo il Protocollo Autoimmune Paleo, perché cedere può significare compromettere il corretto svolgimento.
  2. Concentrati sui cibi concessi. Ai pranzi e alle cene attendi i secondi piatti, solitamente nel menù delle Feste è presente del pollame o un arrosto gustoso, in alcune regioni il pesce è il protagonista. Quindi scansare i primi piatti è un motivo in più per gustare con maggiore soddisfazione i piatti che arrivano dopo. 
  3. Consapevolezza. Mangiare glutine, cereali, latticini e altri cibi estranei all’alimentazione Paleo anche sporadicamente può risvegliare la dipendenza da alimenti infiammatori e dopo potrebbe essere più difficile rientrare in Paleo.
  4. "Sbornia" da Carboidrati. La categoria di alimenti di cui più facilmente si può eccedere nel periodo delle feste è quella dei carboidrati e nello specifico pasta, pane e dolci. Pasta e pane contengono glutine e a volte latticini. I dolci contengono generalmente glutine, latticini e notevoli quantità di zuccheri. Questo consumo innalza un picco glicemico e dopo qualche ora si possono avere sintomi da “sbornia” che possono proseguire anche nei giorni successivi con “nebbia” del cervello, stanchezza e scarsa lucidità. La quantità di zuccheri può trascinare rapidamente il corpo nella richiesta di maggiore consumo.
  5. Fare una sana colazione. Specialmente nel periodo natalizio è consigliabile una colazione in stile paleo con uova (se tollerate e se non si sta seguendo il Protocollo Autoimmune Paleo), frutta fresca e grassi sani da avocado, cocco o frutta secca. Una colazione di questo tipo è molto saziante ed evita di incorrere in sregolatezze durante il giorno. Numerosi gli esempi sul blog e nel mio libro Armonia Paleo. Ricette per una vita sana secondo natura
  6. Pratica il Digiuno Intermittente. Se hai iniziato la Paleo da poco non è probabilmente una pratica attuabile facilmente. Mentre per chi è in Paleo da più tempo, praticare il digiuno intermittente è una soluzione per mitigare i pasti con cibi non idonei poiché una pausa dal cibo permette all'organismo di smaltire le tossine. Terminare la cena e passare al pranzo, saltando la colazione è un digiuno relativamente facile e in linea con le popolazioni di cacciatori-raccoglitori che al mattino non hanno cibo da mangiare.
  7. Cautela con il cioccolato. La maggior parte dei cioccolatini o dei prodotti dolciari convenzionali a base di cioccolato contengono alte quantità di zuccheri e/o latte. Concedersi ogni tanto un pezzetto di cioccolato fondente di ottima qualità ad alta percentuale di cacao, preferibilmente dolcificato con zucchero di cocco, o un saziante Cioccolatino Ripieno di Chufa e Cocco è diverso dal consumare tutti i giorni cioccolato al latte o con basso contenuto di cacao. 
  8. Porta il cibo. Il periodo che precede il Natale fino all’Epifania è abitualmente costellato da incontri con amici, colleghi di lavoro e parenti per lo scambio di auguri. Le occasioni sono innumerevoli e comprendono pranzi, cene, inviti per un the pomeridiano, oppure un aperitivo o una festa con buffet. In qualsiasi di queste occasioni porta un piatto preparato in stile paleo: può essere un antipasto come il Patè di Salmone, un finger food come le Prugne avvolte in Pancetta o i Mini Clafoutis di Pollo, della semplice frutta secca o della frutta fresca, i Tartufini di Datteri e Chufa (adatti per il Protocollo Autoimmune Paleo), la Torta Tedesca di Natale ai Frutti Secchi, o il Pane Paleo se pensi di poter maggiormente trasgredire con questo alimento. Sul blog e nel mio libro Armonia Paleo. Ricette per una vita sana secondo natura sono molte le ricette sane e creative adatte per il periodo natalizio, scegli quella più giusta all'occasione e ti accorgerai che anche gli altri apprezzano questo modo di cucinare il cibo.
  9. Non pensare solo al cibo. Le feste sono momenti gioiosi per incontrare altre persone che forse non vedevi da tempo, “riempi” gli occhi e il cuore nell’ascoltare e parlare con gli altri, "gusta" questi attimi con serenità.
  10. Rifiuta garbatamente alimenti non concessi. Può capitare che le persone cerchino di invogliare a mangiare cibo che vorresti evitare. Un semplice “No, grazie non mi va” dovrebbe essere sufficiente a evitare insistenze e senza dover dare ulteriori spiegazioni. L’opinione degli altri sulle nostre scelte è meno importante della salute. Molti minimizzano l’effetto del cibo sull’organismo, se stai facendo la Paleo conosci già le conseguenze di alcuni alimenti.


Buon Natale a tutti! 

Morena



Ti potrebbe interessare il mio libro

ARMONIA PALEO, RICETTE PER UNA VITA SANA SECONDO NATURA

 

con Amazon

Le mie ricette sono basate sulle linee guida Paleo, qui scopri di più sulla mia alimentazione e il mio stile di vita. Per non perdere nessuna ricetta e ricevere gli aggiornamenti continua a seguirmi anche sulla pagina Facebook 

(8 Voti)

Lascia un commento