Devils on Horseback - Diavoli a Cavallo (Prugne avvolte in Pancetta)

Il viaggio gastronomico virtuale mi ha portato nel Regno Unito, territorio che comprende l'isola di Gran Bretagna (composta dalle regioni di Inghilterra, Galles e Scozia) e l'Irlanda del Nord, situato al largo delle coste occidentali dell'Europa settentrionale ed è circondato dal Mare del Nord, dall'oceano Atlantico e dal Mare d'Irlanda.

Sono trascorsi parecchi anni da quando atterrai nella grande metropoli di Londra e poi in viaggio sulle strade dell'Inghilterra del Sud, così diversa dalla caotica capitale, alloggiando presso i numerosi B & B per restare a contatto con il popolo britannico, un'esperienza interessante e divertente. Attraversando le contee del Devon e della Cornovaglia è stato bello vedere la campagna inglese con mucche e pecore al pascolo, i caratteristici cottages dai tetti di paglia, i colorati villaggi di pescatori e le scogliere che terminano nel promontorio di Land's End, il punto più occidentale dell'Inghilterra del Sud.
Ricordo molto bene le rovine archeologiche di Stonehenge , nella piana di Salisbury, una delle mete più affascinanti del viaggio, un luogo magico e suggestivo con le sue pietre disposte a cerchio e avvolte nel mistero. All'arrivo questo sito archeologico appare più piccolo di quanto si possa immaginare nonostante l'altezza di 7 metri di una delle pietre , le pietre sono recintate da una protezione che non consente di toccarle ma si può camminare attorno ai monoliti osservando bene il monumento. Stonehenge è uno dei più importanti monumenti preistorici del mondo, inserito nella lista dei patrimoni dell'Umanità dell'UNESCO, le pietre sono allineate con un significato specifico rivolte verso i punti di solstizio ed equinozio, probabilmente utilizzato come calendario astronomico. 

La gastronomia inglese generalmente non è molto apprezzata, ma devo invece sfatare questa immagine di cucina poco allettante perché in Inghilterra ho sempre mangiato bene, ci sono diverse specialità a base di carne come il roast-beef che tutti conosciamo oppure sformati di agnello o di manzo con verdure, famosa è la colazione abbondante con uova, bacon, salsicce, pomodori e funghi che ho gustato con vero piacere per diversi giorni.

Inizio questo viaggio nelle cucine britanniche con un antipasto, forse dal titolo non riconoscerete la ricetta ma quando leggerete gli ingredienti probabilmente ve ne ricorderete perché gli spiedini di prugne con la pancetta sono un classico anche nelle case italiane, forse oramai un po' fuori moda ma sempre molto gustoso e adatto per gli aperitivi o per uno snack. In rete ho visto molte versioni (a volte con i datteri al posto delle prugne e ripieni con chutney di mango) e alla fine ho fatto quella che faccio da tempo, aggiungendo una mandorla. Ebbene, la ricetta di questo stuzzicante finger food ha origine proprio nel Regno Unito.

Devils on Horseback - Diavoli a Cavallo (Prugne avvolte in Pancetta)
Devils on Horseback - Diavoli a Cavallo (Prugne avvolte in Pancetta)

Clicca sulle parole di colore azzurro per informazioni sui prodotti
Ingredienti per 4 porzioni

Procedimento

  1. Farcire ogni prugna con una mandorla.
  2. Eliminare dal bacon eventuali pezzetti di cartilagine.
  3. Avvolgere ogni prugna con una fettina di bacon e fissare l'involtino con uno stecchino.
  4. Deporre gli involtini sulla leccarda del forno foderata con carta forno e cuocere in forno a 200°C in modalità statica per 10 minuti fino a quando la pancetta sarà dorata e croccante.
  5. Servire.

Suggerimenti: Ho utilizzato prugne di tipo morbido già denocciolate. Utilizzando prugne molto secche è preferibile lasciarle in ammollo in acqua prima dell'utilizzo.
Info: Le prugne secche sono ricche di calcio e potassio, aiutano a facilitare le funzioni intestinali, una ricerca ha mostrato che il consumo regolare di prugne secche può ridurre il rischio di cancro al colon.
Fonte: The Global Source For Science News

Devils on Horseback - Diavoli a Cavallo (Prugne avvolte in Pancetta)

Le mie ricette sono basate sulle linee guida Paleo, qui scopri di più sulla mia alimentazione e il mio stile di vita. Per non perdere nessuna ricetta e ricevere gli aggiornamenti continua a seguirmi anche sulla pagina Facebook

(1 Vota)

Lascia un commento